IL SELLINO DELLA BICI
OPERA DA ANTI-FURTO

318
0
LA BICICLETTA. Un’amica, una preziosa alleata, uno strumento per allenarsi. Ma anche una preda potenziale su cui sono soliti buttarsi i ladri. In Italia, i furti di bici sarebbero vicini a quota 390 mila l’anno con un danno di 100 milioni per le famiglie.


GRUPPO DI INGEGNERI CILENI INVENTA IL BLOCCO. ORA LE DUE RUOTE IN EUROPA

Un aiuto per i ciclisti arriva da un gruppo di ingegneri cileni che, nel 2015, ha lanciato la Yerka.  E’ una bicicletta che non ha bisogno di ganci o catene di protezione. L’antifurto viene garantito dalla bicicletta stessa.
In sostanza, la Yerka permette di aprire l’asta diagonale che è sotto il manubrio, spostandola verso il di fuori. Poi si sgancia il sellino, lo si aggancia all’asta diagonale che abbiamo spostato realizzando così un meccanismo che aggancia la bici a un palo.

Il prezzo della Yerka non è proibitivo. In Europa, e dunque anche in Italia, costa tra i 549 e i 649 euro (Iva inclusa). E’ disponibile in tre colori (nera, azzurra e lilla), in quattro dimensioni (50, 54, 58 e 61 centimetri). Il prezzo medio di spedizione è di 35 euro e varia, ovvio, a seconda del Paese di destinazione.   
CONDIVIDI
Prossimo articoloCASSAFORTE MOBILE
LA APRI CON LA APP

LASCIA UN COMMENTO